Come rimuovere lo stress in 2 minuti

Certi giorni sei nel traffico e sembra che l’auto davanti sia lentissima.
Pare che tutto stia cospirando per farti arrabbiare.

Altri giorni guidi con calma, ti godi il paesaggio, sorridi perfino ad uno sconosciuto.
Reagisci in modo diverso agli stessi stimoli.
Sei la stessa persona, ma la reazione è cambiata.

Così in certi periodi ami il tuo lavoro, in altri ti sembra un’attività inutile oppure torni a casa piena di rabbia.

Lo stress si accumula lentamente

La ricerca scientifica ha scoperto che ognuno reagisce ad uno stress in modo diverso.
Ci sono tre reazioni diverse che possono accadere.

La prima reazione, la più equilibrata, la chiamo Gioca!.
Quando sei nella reazione Gioca!, accetti gli stimoli dello stress come una sfida giocosa, la vita ti sembra un luogo pieno di possibilità. Sei calma e allo stesso tempo attiva.

A livello fisiologico quando sei nella reazione Gioca! c’è equilibrio dinamico tra il tuo sistema nervoso simpatico ed il tuo sistema parasimpatico.

La seconda reazione è “attaccare o fuggire”, non importa quale azione fai, ma ti muovi, non riesci a stare ferma. Questa reazione mi piace chiamarla Muoviti!

Nella reazione Muoviti! c’è lo zampino del sistema nervoso simpatico.

La terza reazione, è l’ultima spiaggia del sistema nervoso per contrastare un eccesso di stress, ossia l’immobilità. Tutto si ferma, si congela, non senti più niente, continui a vivere ma a bassi giri. Questa reazione la chiamo Bloccati!.

Nella reazione Bloccati! c’è una parte del sistema nervoso parasimpatico che prende il sopravvento.

Capita che in certe occasioni stressanti ti arrabbi, vorresti attaccare o fuggire, ma non lo fai perché non è il contesto adatto. Però gli stimoli stressanti continuano, allora ti congeli.

Quindi dovresti attaccare o fuggire nei contesti stressanti?
No, non sarebbe la reazione più efficace.

Quando eravamo rettili

La ricerca scientifica ha scoperto che la parte più antica del sistema nervoso si è formata circa 500 milioni di anni fa.
In quel periodo erano efficaci due sole reazioni:

  • Muoviti!
  • Bloccati!

Ancora oggi ci sono queste due reazioni disponibili.
Se Muoviti! non funziona, allora agisce la seconda reazione, Bloccati!

Un predatore ti attacca, tu cerchi di fuggire, lui ti raggiunge, a questo punto il sistema nervoso per evitare ulteriore sofferenza, ti dissocia: congela sensazioni e sentimenti.
Entri nella reazione Bloccati!

Le relazioni sociali sono un gioco

Quando per la sopravvivenza della specie era utile giocare, comunicare, avere rapporti sociali e stringere legami forti per sentirsi più al sicuro, allora il sistema nervoso si è evoluto: è nata la reazione Gioca!.

La reazione Gioca! è arrivata solo 2 milioni di anni fa.

Fisiologicamente le reazioni sono le stesse di milioni di anni fa, ma i contesti sono cambiati.

Oggi il predatore non è più un animale feroce ma è il tuo capo che ti chiede gli straordinari oppure è una cartella esattoriale.

Allo stesso modo quando siamo raggiunti dal predatore la reazione diventa il congelamento.

Anche congelarsi non è certo la risposta più adeguata al contesto.
Quando reagisci con Bloccati!, vengono disabilitati circuiti del sistema nervoso che potrebbero aiutarti a risolvere il problema, ad affrontare la situazione.

Quindi la situazione diventa ancora più pesante, lo stress aumenta perché non hai tutte le risorse per affrontare il problema, non puoi: sei congelata.

Ognuno ha il suo stress

La reazione allo stress è modellata dalla tua storia personale e dalle tua abitudini.
Questo scenario è il peggiore che ti possa accadere, ma è quello più probabile.

La reazione Gioca! è la più efficace per vivere bene e avere successo.

Se non rimuovi lo stress che si accumula, il tuo sistema nervoso andrà sempre più spesso nella reazione Bloccati!

Come puoi rimuovere lo stress e goderti la vita

La ricerche condotte dal Dr. Stephan Porges e dai centinaia di suoi colleghi hanno dimostrato che il modo più immediato e semplice per uscire fuori dalla reazione Bloccati! è portare consapevolezza alle tue sensazioni di sicurezza e confort.

Quanto più provi sensazioni piacevoli e ti senti al sicuro tanto più il tuo sistema nervoso autonomo tornerà verso un equilibrio dinamico tra simpatico e parasimpatico.

Ritrova il tuo senso di confort e sicurezza ogni giorno, in piccoli gesti.
Per aiutarti ho creato una lista di sensazioni che mi aiutano a lasciare andare lo stress.
Queste sensazioni, quando le ricordo per un paio di minuti, mi fanno tornare nella reazione Gioca! e sono pronto a vivere al meglio la mia vita.

  • La sensazione di comodità del tuo letto prima di prendere sonno.
  • La sensazione di piacere durante lunga e deliziosa una doccia.
  • La sensazione di potenza delle tue gambe quando sali delle scale.
  • La sensazione di complicità e fiducia quando guardi negli occhi la persona amata.
  • La sensazione di tranquillità quando guidi l’auto a velocità moderata e con la cintura di sicurezza.
  • La sensazione di sicurezza economica quando ricevi dei soldi: stipendio, pagamento per un lavoro o una vendita.

Scrivi la tua lista con le tue sensazioni piacevoli e di sicurezza.
Ti basterà accedere con la memoria e sentirai queste sensazioni fluire dentro di te in modo naturale.

Fallo ogni giorno per 1-2 minuti, così aiuterai il sistema nervoso a ritornare nella reazione di Gioco.

Ma non sento nulla!

Se fai fatica a sentire qualcosa, allora hai accumulato un bel po’ di stress.
Il tuo sistema nervoso è stato, nell’ultimo periodo, troppo spesso nella reazione di congelamento.

Fai dei passi più piccoli, inizia a sentire il tuo corpo mentre respiri, concentrati sull’espirazione, senti il petto che di alza e si abbassa mentre respiri. Prova a fare questo esercizio per 1-2 minuti, una volta a settimana.

Vedrai che piano piano il tuo corpo riprenderà a donarti sensazioni di maestoso piacere e lo stress accumulato si scioglierà un po’ alla volta, sempre di più, fino a scomparire.

[Fonti]

Porges, Stephen W. “The polyvagal theory: new insights into adaptive reactions of the autonomic nervous system” Cleveland Clinic journal of medicine vol. 76 Suppl 2,Suppl 2 (2009): S86-90.

Gowlett, J & Gamble, Clive & Dunbar, Robin. (2012). Human Evolution and the Archaeology of the Social Brain. Current Anthropology. 53. 693-722. 10.1086/667994.

M.A. Tosches, et al., “Evolution of pallium, hippocampus and cortical cell types revealed by single-cell transcriptomics in reptiles,” Science, 03 May 2018

Autore dell'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp